Il presente policy paper è stato redatto dall’Associazione InNova Bergamo, la cui attività si esprime anche attraverso il lavoro di approfondimento e proposta da parte dei gruppi tematici, cui partecipano donne e uomini che mettono a disposizione dell’Associazione e, più in generale, della nostra comunità il proprio tempo e le proprie competenze. Ne è risultato un testo composito e complesso, poiché composite e complesse sono le sensibilità dei nostri Soci, che hanno studiato e scritto queste pagine a più mani con uno sforzo di trasversalità, multidisciplinarietà e visione che, crediamo, rappresenti la cifra di tutte le attività dell’Associazione. L’esigenza di scrivere questo documento, inoltre, muove dall’emergenza sanitaria che ha sconvolto la nostra regione, epicentro della pandemia da Covid-19, e dalle conseguenze che ha portato con sé anche sul piano sociale ed economico.

L’Associazione ha quindi scelto di avviare una riflessione sulle nuove realtà cui siamo messi di fronte, con l’auspicio che le proposte emerse rappresentino una chiave per generare nuove interlocuzioni, su più livelli e sempre trasversali, nonché a favore del territorio.

Le scelta delle aree di approfondimento è avvenuta in linea con gli argomenti tradizionalmente cari ad InNova, già e a più riprese oggetto di studio e confronto aperto, proprio perché l’Associazione ambisce ad essere uno spazio virtuoso dove mettere a fattore comune i talenti e i cervelli delle persone che lo vivono, all’interno di una cornice valoriale che opera per il benessere della comunità e ruota attorno a tematiche ambientali, urbanistiche, culturali e di cura delle persone e delle fragilità.

Allo stesso tempo, la stesura del policy paper ha imposto anche una scelta di campo, utile a dare un congruo indirizzo a tutte le considerazioni emerse nel corso delle nostre prime riunioni telematiche, che abbiamo individuato nella digitalizzazione come moto e strumento per costruire le comunità del futuro. La battuta d’arresto della socialità e il conseguente distanziamento fisico, dovuti alla drammatica situazione di emergenza sanitaria, hanno infatti comportato un’accelerazione della digitalizzazione di alcuni servizi, permettendo un avvicinamento sociale altrimenti impossibile. Il documento ruota, pertanto, attorno a una domanda: come possiamo utilizzare la digitalizzazione a favore del sostegno e dello sviluppo delle nostre comunità, ponendo grande attenzione alla cura delle persone e dell’ambiente? Dal punto di vista operativo, ogni gruppo di approfondimento, grazie al continuo lavoro di sinergia dei relativi coordinatori, ha individuato quindi le proprie priorità di riflessione, ciascuna accompagnata da alcune proposte: si tratta di spunti, la cui evoluzione concreta non potrà prescindere da un confronto costruttivo con il mondo economico, istituzionale, associativo, di categoria, civico e culturale.